Tag Archives: mattino

43 chili di seratissime

5 Feb

Crescendo impari che il caffè al mattino è un piccolo rituale di felicità, che bastano le note di una canzone, le sensazioni di un libro dai colori che scaldano il cuore, che bastano gli aromi di una cucina, la poesia dei pittori della felicità, che basta il muso del tuo gatto o del tuo cane. E impari che la felicità è fatta di emozioni in punta di piedi, di piccole esplosioni che in sordina allargano il cuore, che le stelle ti possono commuovere e il sole far brillare gli occhi, e impari che un campo di girasoli sa illuminarti il volto, che il profumo della primavera ti sveglia dall’inverno, e che sederti a leggere all’ombra di un albero libera i pensieri. Impari quanto sia bella e grandiosa la semplicità.

(Richard Bach)

Annunci

Qui attorno dormono tutti

21 Nov

È al mattino che bisogna nascondersi. La gente si sveglia, fresca ed efficiente, assetata d’ordine, di bellezza e di giustizia, ed esige la contropartita.

 

(Samuel Beckett)

Stanotte ho fatto un sogno brutto

16 Nov

Quelli che insistono a raccontarvi i loro sogni sono i terroristi della colazione del mattino.

 

(Max Beerbohm)

Caronte

1 Lug

Allora bisogna eludere il giorno fin dal primo mattino, soprattutto bisogna alzarsi presto e avere una buona coscienza per l’ozio.

 

(Walter Benjamin)

Ogni giorno è capodanno

1 Gen

Voglio che ogni mattino sia per me un capodanno. Ogni giorno voglio fare i conti con me stesso, e rinnovarmi ogni giorno. Nessun giorno preventivato per il riposo. Le soste me le scelgo da me, quando mi sento ubriaco di vita intensa e voglio fare un tuffo nell’animalità per ritrarne nuovo vigore. Ogni ora della mia vita vorrei fosse nuova, pur riallacciandosi a quelle trascorse. Nessun giorno di tripudio a rime obbligate collettive, da spartire con tutti gli estranei che non mi interessano.

 

(Antonio Gramsci)

Try harder

1 Dic

A tutti è dovuto il mattino, ad alcuni la notte. A solo pochi eletti la luce dell’aurora.

 

(Emily Dickinson)

La conta dei voti

8 Nov

Sono gli amici a cui puoi telefonare alle quattro del mattino, quelli che contano.

 

(Marlene Dietrich)