Tag Archives: merda

Ai massimi sistemi

6 Feb

Andrò controcorrente ma il discorso per me va riportato ai massimi sistemi: la musica, l’arte, l’espressione. È tutto troppo votato all’efficacia, ai risultati, e purtroppo a causa di questo sta uscendo un mare di merda! Ci troviamo in una cloaca gigantesca e finché la gente non capirà che non sono i numeri a determinare l’importanza o meno di una cosa non ne usciremo.

(Manuel Agnelli)

Annunci

Ogni novanta pagine di merda

8 Apr

Caro Scott, per l’amor del cielo, scrivi e non preoccuparti di cosa diranno i ragazzi, né se sarà un capolavoro o cos’altro. Io scrivo una pagina eccezionale ogni novanta pagine di merda. Cerco di buttare la merda nel cestino della carta straccia. Credi di dover pubblicare delle schifezze per guadagnare i soldi per vivere e lasciar vivere […]
Dimentica le tue tragedie personali. Siamo tutti trattati a pesci in faccia, fin dall’inizio e tu in particolare devi soffrire come un cane prima di riuscire a scrivere seriamente. Ma quando provi questo fottuto dolore, usalo – non girarci attorno. Attieniti a esso come farebbe uno scienziato, ma non pensare che una cosa sia importante solo perché è successa a te o a qualcuno che ti è vicino.

(Ernest Hemingway, lettera a Francis Scott Fitzgerald)

Il più piccolo gesto di gentilezza

21 Mag

La gente continua a buttarsi merda addosso e a richiedere teorie a gran voce, quando dovunque in qualunque momento di qualsiasi giorno il più piccolo gesto di gentilezza che cade come una goccia di pioggia basta a mettere in moto tutto quanto.

(Charles Bukowski)

A pezzi

16 Feb

Mi illudevo di essere un pezzo d’uomo, ma essendo invece un pezzo di pane, e non un pezzo di merda, ora sono un uomo a pezzi.

(Alexandre Cuissardes)

Ritter Sport

1 Ott

 Non abituatevi a mangiare la merda. Altrimenti saprà di cioccolata.

 

(detto popolare toscano)

Pensiero contemporaneo

18 Lug

Tutto si può fare, anche il gelato con la merda.

 

(Massimiliano Cacciapuoti)

Coprofagi

28 Giu

Mangiate merda, milioni di mosche non possono sbagliare.

 

(Marcello Marchesi)