Tag Archives: pasolini

Il libro è la strada

14 Mar

Certo che guardo la televisione e per qualche amico questa è una colpa.
La guardo, come insegnava Pasolini, per avere un’idea del limite di sopportazione e come specchio dei tempi. Non perché venga raccontato cosa succede nel paese, anzi il più delle volte succede poi quello che viene raccontato secondo indicazioni e nelle peggio delle ipotesi viene surrogata la realtà.
La guardo come si guarda un film dopo aver letto un libro, e molto raramente il film è meglio del libro.
In questo il libro è la strada, la gente che incontri, gli occhi pieni di follia e disperazione, le pagine della sopravvivenza quotidiana. Chi si maschera dietro questa realtà, diventando protagonista del film, io li voglio vedere in faccia, questi depositari di verità e dispensatori di riflessioni pieni di lacrime firmate e ben retribuite.
Ecco perché guardo la televisione, non per conoscere il nemico ma per riconoscere chi si spaccia per amico.
Non siamo nati ieri caro amico mio, ma possiamo rinascere ogni giorno.

(Vincenzo Costantino)

Onda su onda

18 Mar

Il moralista dice di no agli altri, l’uomo morale solo a se stesso.

 

(Pier Paolo Pasolini)

La mia generazione #2

7 Lug

La principale caratteristica di questi giovani contestatori è di essere “sottosviluppati” sul piano culturale.

Di qui a fare della propria ignoranza una specie di ideologia, il passo è breve: la mitizzazione del “pragma” (organizzativo) che ne deriva, è poi l’atteggiamento richiesto dal neocapitalismo: un buon tecnico deve ignorare il passato; deve amare soltanto il “fare”.

Distruggendo la propria cultura, la massa informe dei contestatori distrugge la cultura della società borghese: ed è quello che la società borghese oggi vuole.

 

(Pier Paolo Pasolini)

Impotenti

29 Giu

Nulla è più anarchico del potere, il potere fa praticamente ciò che vuole e ciò che il potere vuole è completamente arbitrario, o dettatogli da sue necessità di carattere economico che sfuggono alla logica comune.

 

(Pier Paolo Pasolini)

Zingari, gay, musulmani, drogati.

21 Mag

L’Italia sta marcendo in un benessere che è egoismo, stupidità, incoltura, pettegolezzo, moralismo, coazione, conformismo: prestarsi in qualche modo a contribuire a questa marcescenza è, ora, il fascismo.

(Pierpaolo Pasolini, 1962)

Internazionale 2010 – Il più colpevole sono io

3 Ott

In questo mondo colpevole, che solo compra e disprezza

il più colpevole son io, inaridito dall’amarezza.

(Pier Paolo Pasolini)